menu
| 6835 views
| 5 min

10 false convinzioni sulle lenti a contatto

Le lenti a contatto sono amatissime da chi decide di usarle, magari spinto da un pizzico di vanità, ma esistono molte false credenze e pregiudizi che ne limitano la diffusione.

| 5 min
10 false convinzioni sulle lenti a contatto

Riassumiamo in 10 punti le false convinzioni sulle lenti a contatto più frequenti, con tanto di obiezioni e antidoti alla paura., con tanto di obiezioni e antidoti alla paura.

1) Le lenti a contatto non sono fatte per me!

In questo campo la tecnologia ha fatto passi da gigante, mettendo a punto soluzioni per tutti i tipi di “difetti visivi”. Esistono per esempio lenti bifocali e multifocali per i presbiti, morbide per correggere l’astigmatismo e lenti appositamente studiate per chi soffre di occhio secco. Quindi, a meno che tu non sia un alieno, entra con fiducia in un negozio di ottico e fatti consigliare.

false convinzioni sulle lenti a contatto

2) Le lenti a contatto possono finire dentro l’occhio!

Neanche per sogno. La congiuntiva – la membrana sottile che riveste la parte bianca dell’occhio ed è collegata alla parte interna delle palpebre –, insieme ai muscoli retti che la circondano, impediscono che questo possa accadere. In pratica, non esistono fessure. La lente a contatto non ha alcun modo di finire all’interno del bulbo oculare.

3) Le lenti a contatto sono fastidiose!

Come fai a dirlo se non le hai mai provate? E se le hai provate e ti hanno dato fastidio, forse non hai indagato abbastanza sul perché. Il tuo ottico di fiducia avrebbe potuto aiutarti a superare ogni difficoltà. Certo, visto che si tratta di una protesi a diretto contatto con un organo delicato, è necessario un breve periodo di adattamento, ma il problema più diffuso tra chi porta le lenti a contatto abitualmente è che non si ricorda neppure di averle indosso e le tiene troppo a lungo (abitudine da evitare).

4) Le lenti a contatto si appiccicano all’occhio e non si staccano più!

La lente a contatto fa quello che le diciamo. Se per esempio ne scegliamo un paio morbide proprio perché sono, tra l’altro, perfettamente aderenti, le lenti “seguono le istruzioni” e restano al loro posto. Anche se, per esempio, l’occhio si secca. Per rimuoverle, basta applicare qualche goccia di soluzione salina e aspettare qualche minuto che tornino a idratarsi. Dopodiché potrai rimuoverle con facilità.

false convinzioni sulle lenti a contatto

5) Indossare le lenti a contatto può provocare danni agli occhi.

Diceva Kafka che l’amore non è il problema, come non lo è un veicolo: problematico è innanzitutto il conducente. La lente è una protesi studiata “apposta” per essere introdotta nell’occhio: se ci si attiene alle istruzioni dello specialista, se si ha cura delle lenti, se le si toglie e  sostituisce quando previsto, non rappresentano un rischio.

6) Non imparerò mai a indossare le lenti a contatto.

Nessuno nasce imparato, direbbe Totò. Il tuo ottico di fiducia t’insegnerà a metterle e toglierle e non ti lascerà uscire dal negozio prima che tu abbia capito come si fa (senza contare che potrai tornarci tutte le volte che ne avrai bisogno). La maggior parte delle persone, comunque, impara più facilmente del previsto.

7) Le lenti a contatto richiedono una manutenzione impegnativa!

Non più e da molto tempo. Innanzitutto, esistono le giornaliere usa-e-getta. Se ne acquista una scatola con il necessario per un mese e non ci si pensa più. Oppure con una apposita soluzione, si puliscono e si disinfettano con un unico gesto. E per chi si sposta spesso esistono pratiche confezioni da viaggio, comode, colorate e alla moda.

false convinzioni sulle lenti a contatto

8) Le lenti a contatto possono saltare fuori dall’occhio.

Non quelle morbide, come abbiamo sottolineato, ma neanche le nuove rigide gas permeabili, che permettono tra l’altro all’ossigeno di raggiungere la cornea grazie alla loro struttura porosa. Sono perfino adatte anche per chi fa sport.

9) Sono troppo vecchio per indossare le lenti a contatto.

Anche questa è una convinzione superata. Le nuove lenti a contatto sfruttano materiali all’avanguardia, che rendono il loro utilizzo sempre più pratico e si ritiene addirittura che un domani potranno dispensare veri e propri farmaci, diventando parte integrante dei programmi terapeutici.

10) Le lenti a contatto sono costose.

Non è affatto vero, possono costare assai meno di un buon paio di occhiali e rientrano nelle spese mediche detraibili.

Ti abbiamo convinto? E allora perché non ci provi? Come diceva il poeta Robert Lee Frost a proposito delle paure:il modo migliore per venirne fuori è sempre buttarsi dentro”.



Argomenti più letti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi promozionali in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque altro elemento della pagina, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.