Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
menu
| 330 views
| 5 min

Estate e idratazione: la combinazione vincente in tre passi

Con l’arrivo dei primi caldi, comincia il tormentone: bisogna bere tanta acqua e mangiare frutta e verdura. Cerchiamo insieme di capire perché proponendo qualche altra idea per idratare il nostro corpo.

| 5 min
Estate e idratazione: la combinazione vincente in tre passi

L’acqua è una preziosa fonte di salute per il nostro corpo che ne è in gran parte composto. Lo sappiamo e ce lo hanno detto molte volte che bere tanta acqua è importante per la salute dei nostri reni e fondamentale quando arriva il caldo. Spesso, però, ce ne dimentichiamo o non ci va, e invece in estate dovremmo finire almeno una bottiglia da 2 litri al giorno! L’idratazione è essenziale tanto più in estate. Altrettanto importante è nutrirsi di cibi freschi, che combattono la disidratazione e il fenomeno dell’aging. Eccovi allora qualche aspetto da tenere a mente, specie nei mesi estivi, e qualche consiglio per affrontare con consapevolezza i primi caldi.

estate

L’Italia con Roma ha il primato mondiale di fontanelle pubbliche

Primo passo: bere molta acqua. Non va mai dimenticato che:

  • favorisce la disintossicazione e la purificazione del sangue;
  • rivitalizza i meccanismi fisiologici;
  • migliora la digestione;
  • combatte la stitichezza e il colesterolo;
  • fa bene ai reni, perché favorisce la diuresi ed elimina le tossine;
  • favorisce il buonumore, perché stimola la produzione di endorfine.

Col caldo perdiamo una parte delle riserve di acqua di cui ha bisogno il nostro corpo, che vanno quindi reintegrate. Per farlo al meglio bisogna scegliere acque povere di sodio. Questo minerale è infatti necessario al nostro organismo, ma solo nelle giuste quantità, altrimenti diventa deleterio, provocando ritenzione idrica e ostacolando la corretta alimentazione delle cellule. Famigerata perché all’origine della tanto detestata cellulite, la ritenzione idrica non è il solo effetto collaterale di una scarsa idratazione, né il più grave. L’ipertensione, per esempio, cioè un innalzamento della pressione, è un’altra delle conseguenze che vanno evitate, bevendo molta acqua. E attenzione! I due litri raccomandati vanno calcolati senza considerare caffè, tè o altre bevande zuccherate.

estate

I pomodori sono ricchi di vitamina C e licopene

Secondo passo: mangiare frutta e verdura

Veniamo ora all’alimentazione. Mai come d’estate la natura ci offre una tale varietà di frutta e verdura, quasi come se volesse invogliarci a mangiare proprio le vitamine di cui abbiamo bisogno, quando il nostro fisico è indebolito dal caldo. Prendiamo i pomodori, per esempio. Se ne raccolgono di straordinari nelle regioni italiane. Pensate ai ciliegini di Pachino, ai datterini toscani, ai perini di Montagano, ai costoluti fiorentini: già una delizia per gli occhi sono un concentrato di potassio, vitamina C e licopene. Si tratta di un carotenoide dalle spiccate proprietà antiossidanti, presente anche in altri frutti estivi, come le albicocche e l’anguria. I pomodori aiutano a mantenere l’equilibrio idrico dell’organismo e proteggono – anche cotti – dalle prime esposizioni solari.

Se, poi, vi gustate un’insalata verde con pomodori e olive e magari aggiungete un cipollotto fresco, che ha foglie ricche di vitamine e un bulbo pieno di minerali, farete incetta di antiossidanti – sostanze che combattono i radicali liberi e le malattie cardiovascolari – e contribuirete in maniera efficace all’idratazione del vostro organismo. Al contrario, secondo alcuni studiosi, soprattutto chi soffre di pressione alta dovrebbe ridurre in estate il consumo di sedano, radicchio, cetrioli e bieta, perché si ritiene abbiano un apprezzabile contenuto di sali.

Terzo passo: idratare la pelle

estateLa pelle va protetta e idratata perché le radiazioni solari alle quali ci esponiamo – spesso per lunghe ore – nei mesi estivi aumentano il rischio di disidratazione e possono causare scottature. I raggi ultravioletti non osservabili, inoltre, possono arrivare fino al derma, lo strato più profondo della pelle e, oltre a rivelarsi i principali responsabili dell’invecchiamento, innescare o aggravare gravi patologie cutanee. L’idratazione della pelle è dunque un aspetto fondamentale dell’igiene quotidiana, specie quando fa caldo. In questa stagione gli esperti di salute e bellezza suggeriscono dermocosmetici che dissetino intensamente la pelle ricreando il film idrolipidico, cioè la barriera protettiva dell’epidermide, e riducano la perdita di liquidi.

Per quanto riguarda il contorno occhi, non possiamo negare che uno sguardo idratato appare più luminoso e disteso. Per questo in estate c’è chi consiglia di mettere in freezer per un quarto d’ora il nostro abituale trattamento occhi – possibilmente bio – per applicarlo poi, prima del trucco, con un lieve massaggio.



Argomenti più letti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi promozionali in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque altro elemento della pagina, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.